fbpx
Title Image

Dormire con il proprio animale

Dormire con il proprio animale

Dormire con il proprio animale

Dormire con il proprio animale, è giusto o sbagliato?
Questa è una domanda che genera risposte molto differenti;  provate a farla a 5 persone che conoscete e che hanno un animale domestico ed otterrete le risposte più svariate, con tanto di elenco di pro e contro, spiegazioni e convinzioni di ogni tipo.

Prima di ogni cosa, la domanda giusta da porci dovrebbe essere: “desidero dormire con il mio pet?” E la seconda: “il mio pet desidera dormire con me? O forse sta meglio nella cuccia?”
Quando si sceglie di dividere e condividere la propria vita con un animale, è sempre un emozione molto forte; si spera e si desidera di instaurare con lui una relazione significativa e di fiducia, ma si desidera allo stesso tempo avere un compagno di vita educato ed equilibrato.
La scelta di dormire o no con il proprio animale domestico è assolutamente soggettiva e può dipendere da vari fattori:

  • igienici
  • sonno leggero
  • comodità e altro ancora.

Per quanto riguarda il fattore igienico, se il nostro animale vive in casa con noi, è sicuramente sano, sottoposto a controlli veterinari e profilassi annualmente. Insomma non dovrebbero esserci problemi di nessun tipo, tranne quando si ha un’allergia ai peli.
Una ricerca portata avanti dalla clinica di medicina del sonno della prestigiosa Mayo Clinic (Arizona) ha provato che la compagnia di un animale domestico aiuterebbe a dormire meglio e più serenamente.

Queste le conclusioni: ospitando in camera da letto gli animali da compagnia ci si sente protetti e non più soli, nonché notevolmente rilassati. I risultati dello studio hanno sottolineato che il sonno, infatti, dipende da uno stato di rilassamento fisico e mentale; per questo cani e gatti possono agire positivamente, contribuendo a rilassarci.
Ricerca a parte, possiamo rispondere alla domanda iniziale, dicendo che non esiste una risposta che sia o giusto o sbagliato; esistete voi e il vostro animale, un binomio di due entità in relazione. Qualunque sia la vostra scelta alla fine, l’importante è esserne convinti e non cambiare idea continuamente (così causerete solo confusione nel pet), ma soprattutto il benessere di entrambi per la decisione presa.

 

Diana Spinelli, Psicologa Killia

 

Condividi su:

Acconsentendo col tasto "Accetto" o proseguendo nella navigazione all'interno del sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte del nostro sito come definito nella relativa Cookie Policy Leggi Cookie Policy completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi