fbpx
Title Image

Casa Killia

Killia in sardo antico significa culla: un luogo di accoglienza dove ogni bambino speciale viene cullato nella sua crescita.

 

 

 

Cosa sarà la Casa Famiglia Killia?

Un luogo dedicato ad accogliere e crescere i bambini orfani, in particolare con disabilità fisica e/o mentale che aspettano una loro famiglia. Bambini che hanno bisogno di cure speciali, affettive e sanitarie.

Casa Famiglia Killia sarà una casa ed una famiglia, sostenuta da professionisti in base alle esigenze dei bambini ospitati e da volontari formati.

 

 

Cos’altro sarà la Casa Famiglia Killia? 

In uno spazio dedicato, la Casa Famiglia Killia sarà anche un luogo aperto a tutti destinato alla relazione uomo-animale, una struttura riconosciuta che eroga Interventi Assistiti con l’Animale, percorsi di Pet Therapy individuali o di gruppo e per tutte le utenze, accompagnati dai nostri cani coterapeuti e da un equipe di professionisti

I passi della Casa Famiglia Killia?

La Casa è un abitazione di 390 mq con giardino ed un cortile, in centro storico a Selargius, vicino a Cagliari.

Il primo step del progetto è la ristrutturazione della casa, che prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche e la realizzazione di ambienti di ospitalità e socialità per i bambini, mantenendo ben saldo quel concetto di famiglia e crescita individuale.

Perché realizzare la Casa Famiglia Killia?

Il progetto inizia da un esperienza personale, che ci ha aperto gli occhi su un mondo molto particolare, quello dei bambini orfani con disabilità. In questi anni la nostra famiglia “speciale” ha conosciuto altre famiglie che hanno intrapreso questo percorso, tutte con dei punti in comune. In particolar modo risaltano due aspetti: la difficoltà di avere la completa assistenza riabilitativa, sociale ed affettiva presso le strutture in cui i bambini orfani sono ospitati, ed inoltre risalta l’esiguo ed insufficiente numero di coppie adottive disponibili.

I dati confermano la nostra esperienza personale, nel 2016 le domande di adozione nazionale sono state più di 8.300, ma solo sette di queste erano aperte anche a minori con disabilità: oggi in Italia circa 424  bambini con bisogni speciali risultano adottabili (dati di Anfaa, Associazione Nazionale Famiglie Adottive ed Affidatarie.)

In base all’articolo 44 della legge 184 del 1983, l’adozione in casi particolari è consentita anche a coppie non sposate o single, nonostante questo le domande di disponibilità pervenute nei tribunali sono pochissime. Emblematico il caso di Alba, la neonata con sindrome di Down rifiutata da oltre 30 famiglie e poi presa in affido e adottata da un 42 enne single.

L’associazione M’aMa dichiara che le famiglie disponibili ad accogliere bambini speciali ci sono, ma bisogna cercarle; dal 2007 ad oggi sono riusciti a trovare famiglia a 78 bambini considerati “incollocabili”.

I dati e le esperienze dirette ci parlano quindi di un mondo che ha bisogno di essere supportato, ma soprattutto del diritto che hanno questi bambini di poter essere accolti, assistiti ed amati in un ambiente che sia familiare ma anche professionale, come la Casa Famiglia Killia.

 

Come puoi aiutarci?

Ci sono tanti modi per aiutare e sostenere il progetto Casa Famiglia Killia:

  • Leggi, scarica e divulga il nostro volantino (inserire la locandina della casa famiglia appena è pronta) per far conoscere questo nuovo progetto.
  • Se sei un professionista nel mondo delle adozioni, comunità, assistente sociale, educatore compila il nostro questionario che ci sarà utile per adeguare il progetto alle esigenze e bisogni reali dei bambini.
  • Sostieni Killia con il tuo 5×1000 o attraverso i nostri Regali Solidali.

 

I nostri contatti

Cao Simona

info@killia.it cell 333.41.96.449

Condividi su:

Acconsentendo col tasto "Accetto" o proseguendo nella navigazione all'interno del sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte del nostro sito come definito nella relativa Cookie Policy Leggi Cookie Policy completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi