fbpx
Title Image

Adozione di un cucciolo

Adottare un cucciolo-consigli per l'adozione responsabile

Adozione di un cucciolo

Adottare un cucciolo, consigli per l’adozione responsabile

“Amare gli animali significa anche valorizzare l’animale; una scelta adottiva accurata è il primo passo per una valorizzazione della vita insieme a noi.”

In base alle nostre esigenze dobbiamo scegliere il giusto cucciolo, in modo da creare una coppia o famiglia piacevole e felice.

Ci aiuterà in questa scelta l’opuscolo Un adozione Responsabile.

Ma vediamo qui insieme qualche consiglio per scegliere un cucciolo normocomportamentale in mezzo a tanti

  • Conoscere a priori le motivazioni, vocazioni ed attitudini psicofisiche di quella razza o quell’incrocio di razze, in modo da ricercarle nel comportamento del cucciolo e verificare se sono presenti o hanno delle derive.
  • Assicurarsi che stia crescendo con la mamma ed i fratelli.
  • Scegliere il cucciolo non prima dei 50 gg ma portarlo a casa solo dopo i 60 gg; i rischi di un adozione precedente possono essere tanti. Potete scoprirli nell’articolo “Il legame mamma e cucciolo”.
  • Preferire un ambiente di vita casalingo in cui il cucciolo è nato e cresciuto. Unica situazione che ci permette di avere qualche maggiore garanzia sulle esperienze sensoriali, come il tatto e l’udito. Il cucciolo avrà sentito rumori come l’aspirapolvere e la tv, avrà conosciuto più persone, si sarà abituato ad una vita più sociale e ricca di esperienze nuove.
  • Valutare che la mamma sia tranquilla e non manifesti comportamenti “strani”, come protezione non motivata verso i cuccioli, isolamento all’arrivo di persone…
  • Evitare cuccioli scatenati ma anche terrorizzati.
  • Osservare un cucciolo per volta mentre si fanno semplici esercizi: nascondino di cibo in vari posti (bicchieri, scatole, cinesini…), farlo passare sotto e sopra le nostre gambe, accarezzarlo in tutto il corpo, proporgli delle superfici di varia natura, fare dei lievi rumori in modo casuale a distanza dal cucciolo, richiamarlo e farsi seguire, proporgli giochi di materiale vario…

Un cucciolo normocomportamentale deve essere riflessivo verso ciò che gli proponiamo ma anche attirato e concentrato.

Se ci sentiamo in grado di prendere cuccioli orfani o con evidenti problemi comportamentali, dobbiamo esserne consapevoli e farci aiutare per iniziare subito un percorso per un buon recupero.

Le basi della crescita del cucciolo nei primi mesi sono le fondamenta della sua casa cognitiva e comportamentale.

La prossima settimana vedremo più attentamente come valutare un ambiente idoneo nella vita di un cucciolo per i suoi 2 primi mesi di vita.

 

Simona Cao, Veterinario Esperto in Comportamento

Rimani aggiornato, seguici su Facebook

Condividi su:

Acconsentendo col tasto "Accetto" o proseguendo nella navigazione all'interno del sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte del nostro sito come definito nella relativa Cookie Policy Leggi Cookie Policy completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi